sabato 30 luglio 2011

Agosto in città?………Parti per tecnolandia!!!

Ad Agosto resti in città? Niente ferie estive o poca voglia di andare nella calca “ferragostiana”?

Allora approfitta per studiare, aggiornarti ed imparare cose nuove grazie ad MSDN:

Large-HP-MS_1107

 

venerdì 29 luglio 2011

Alla scoperta del Kinect: presentazioni e convenevoli

Oggi è arrivato un Kinect nuovo nuovo su cui cominciare a fare sperimentazione ed ho, quindi, deciso di condividere tutto ciò che scopro, le cavolate che faccio e i segreti che scopro con chi mi segue.

I post che cercherò di scrivere con frequenza sono post di un neofita che si avvicina all’”Aggeggio” e che quindi sono diretti a chi nulla dell’argomento.

Gli esperti troveranno noiosi e banali questi post, ma non si può aver tutto dalla vita.

Per cominciare, scartato l’”Aggeggio” ho cominciato a preparare l’ambiente di sviluppo:

1) Visual Studio 2010 Ultimate (che uso normalmente ma che non è necessario in quanto si può sviluppare tranquillamente con la express edition);

2) Kinect SDK, scaricabile all’indirizzo http://research.microsoft.com/en-us/um/redmond/projects/kinectsdk/download.aspx

3) DirectX Software Development Kit scaricabile all’indirizzo http://www.microsoft.com/download/en/details.aspx?displaylang=en&id=6812

A questo punto vi basta connettere il Kinect alla presa di corrente e al vostro PC tramite cavo USB e potete cominciare a giocare.

Vi consiglio di dare un’occhiata ai seguenti webcast di channel9:

e

Una volta installati gli SDK e i driver (questi potrebbero metterci qualche tempo) verificate che il dispositivo sia correttamente installato semplicemente controllando se è presente il nodo Kinect nella gestione del computer:

image2[1]

e che i microfoni siano visti all’interno delle periferiche audio che compaiono dall’opzione Sound del pannello di controllo:

image6[1]

A questo punto dovrebbe essere tutto pronto ma………potrebbe succedervi quello che è successo a me: ho provato a creare, da codice, una istanza della classe Runtime (di cui parleremo in seguito) e ad inizializzarla:

  1. nui = New Runtime()
  2.  
  3. nui.Initialize(RuntimeOptions.UseDepth Or RuntimeOptions.UseColor)

ed ho ottenuto:

SNAGHTMLee51fa

Kinect installato, connesso ed alimentato, SDK pronti e codice banale, ma allora cosa accade?

Non ho mai installato altri framework per gestire il Kinect, quindi non può essere quello.

Ho chiuso tutte le applicazioni inutili, ma nulla.

Gira che ti rigira, alla fine ho la fortuna di staccare la docking station dell’ufficio a cui è attaccato il mio notebook per usufruire della tastiera e del mouse wireless e del monitor esterno e a cui c’è attaccato anche un hub USB alimentato.

Beh, la fortuna ha voluto che fosse quello, il Kinect ha cominciato a funzionare. Quindi fate attenzione che le vostre USB non siano “collegate” in qualche modo tra loro (evidentemente le mie lo sono).

Staccate tutto quello che avete sull’USB tranne il Kinect e procedete riattacando solo quello che vi serve.

Rimanete connessi perché i post continueranno.

 

lunedì 18 luglio 2011

Un grazie a DotNetCampania per la bellissima giornata di sabato!!

Mi sembra d’obbligo utilizzare questo post per ringraziare Michele e i soci di DotNetCampania per avermi invitato, sabato scorso, al loro Community Day su MVC 3 e Orchard.

Una bellissima giornata in compagnia di ragazzi preparati, curiosi e con tanta voglia di fare community.

In una giornata così informale si riesce a prendere in esame quegli aspetti pratici (i famosi “casi pelosi”) che sarebbe difficile prendere in esame in un evento “ufficiale”.

Ne nasce una giornata che, magari non segue esattamente l’agenda prevista, ma poco importa perché il dialogo che ne viene fuori è sempre costruttivo e stimolante.

Complimenti a Michele e a tutti i ragazzi della community campana perché stanno svolgendo un ottimo lavoro e suggerisco a tutti coloro che vivono a Napoli e dintorni di seguire la community campana e di diventare soci perché ne vale la pena!!!

Un particolare ringraziamento a Gaetano: incarna esattamente il personaggio community come lo intendo io. Mettere a disposizione la propria sede per degli eventi community è da ILLUMINATO come se ne conoscono pochi in Italia e, poi,………sviluppa in VB.NET (che non è da poco)!!!!

Grazie ancora e spero di poter essere presente anche ad altri Community Day!!!

 

Tag di Technorati: ,

venerdì 15 luglio 2011

Evento on-line su Windows Phone 7 “Mango”

Come certamente sapete, da qualche settimana è disponibile, per gli sviluppatori Windows Phone 7, la beta del nuovo sistema operativo per il telefono Microsoft denominato “Mango”.

MSDN Italia ha preparato un evento on-line in streaming (registrato, ovviamente) che permette di avvicinarsi allo sviluppo su questa piattaforma.

L'evento (link) è composto da una keynote e da 6 sessioni tecniche:

  • Introduzione allo sviluppo per Windows Phone – Cristian Civera
  • Il design delle applicazioni Windows Phone – Roberto Cavallini
  • Le novità della piattaforma di sviluppo in Windows Phone "Mango" – Lorenzo Barbieri
  • Multitasking nelle applicazioni Windows Phone "Mango" – Matteo Pagani
  • Live Tile e notifiche in Windows Phone "Mango" – Michele Locuratolo
  • Phone + Cloud in pochi clic con Azure Toolkit per Windows Phone 7 – Roberto Freato

 

domenica 3 luglio 2011

Caliburn.Micro, NuGet, Visual Basic.Net e Windows Phone 7

No, non mi sono sbagliato e ho ripubblicato un precedente post, semplicemente si tratta della versione del precedente post per WP7.

Anche in questo caso, se tentiamo di utilizzare Caliburn.Micro tramite NuGet in un progetto VB.NET per WP7, otteniamo che le classi che il package NuGet genera sono per C#.

Ma procediamo con ordine, per cominciare accertiamoci di aver installato ed abilitato NuGet tra le estensioni di VS (basta vedere se con il tasto destro su un progetto appare il menù contestuale “Add Library Package Reference…”). Se non abbiamo NuGet, possiamo installarlo utilizzando l’Extension Manager del menù Tools.

Come secondo passo creiamo un nuovo progetto WP7 e, una volta che Visual Studio ha terminato la procedura di creazione, selezioniamo il nostro progetto e scegliamo il comando “Manage NuGet Packages…” che compare con la pressione del tasto destro del mouse.

image

Digitiamo “Caliburn” nella casella di ricerca della finestra di NuGet che appare subito dopo:

SNAGHTMLcccd77d

Premendo il tasto install, il package NuGet provvede a creare le opportune classi (che abbiamo detto essere in C#) che servono per il funzionamento di Caliburn.Micro su WP7. In particolare, come possiamo vedere nella figura in seguito, vengono create due classi: AppBoostraper.cs e MainPageViewModel.cs

image

Ovviamente, noi VB-isti non possiamo farci nulla delle classi generate quindi le cancelliamo e le sostituiamo con le seguenti:

AppBoostrapper.vb

  1. Imports Caliburn.Micro
  2.  
  3. Public Class AppBootstrapper
  4.     Inherits PhoneBootstrapper
  5.  
  6.     Dim container As PhoneContainer
  7.  
  8.     Protected Overrides Sub Configure()
  9.         container = New PhoneContainer(RootFrame)
  10.  
  11.         container.RegisterPhoneServices()
  12.         container.PerRequest(Of MainPageViewModel)()
  13.  
  14.         AddCustomConventions()
  15.     End Sub
  16.  
  17.     Protected Overrides Function GetInstance(service As System.Type, key As String) As Object
  18.         Return container.GetInstance(service, key)
  19.     End Function
  20.  
  21.     Protected Overrides Function GetAllInstances(service As System.Type) As System.Collections.Generic.IEnumerable(Of Object)
  22.         Return container.GetAllInstances(service)
  23.     End Function
  24.  
  25.     Protected Overrides Sub BuildUp(instance As Object)
  26.         container.BuildUp(instance)
  27.     End Sub
  28.  
  29.  
  30.     Public Shared Sub AddCustomConventions()
  31.         ConventionManager.AddElementConvention(Of Pivot)(Pivot.ItemsSourceProperty, "SelectedItem", "SelectionChanged").ApplyBinding = _
  32.             New Func(Of System.Type, String, System.Reflection.PropertyInfo, System.Windows.FrameworkElement, Caliburn.Micro.ElementConvention, Boolean) _
  33.             (Function(viewModelType, path, [property], element, convention)
  34.                  If (ConventionManager.GetElementConvention(GetType(ItemsControl)).ApplyBinding(viewModelType, path, [property], element, convention)) Then
  35.                      ConventionManager.ConfigureSelectedItem(element, Pivot.SelectedItemProperty, viewModelType, path)
  36.                      ConventionManager.ApplyHeaderTemplate(element, Pivot.HeaderTemplateProperty, viewModelType)
  37.                      Return True
  38.                  End If
  39.                  Return False
  40.              End Function)
  41.  
  42.         ConventionManager.AddElementConvention(Of Panorama)(Panorama.ItemsSourceProperty, "SelectedItem", "SelectionChanged").ApplyBinding = _
  43.                  New Func(Of System.Type, String, System.Reflection.PropertyInfo, System.Windows.FrameworkElement, Caliburn.Micro.ElementConvention, Boolean) _
  44.                  (Function(viewModelType, path, [property], element, convention)
  45.                       If (ConventionManager.GetElementConvention(GetType(ItemsControl)).ApplyBinding(viewModelType, path, [property], element, convention)) Then
  46.                           ConventionManager.ConfigureSelectedItem(element, Panorama.SelectedItemProperty, viewModelType, path)
  47.                           ConventionManager.ApplyHeaderTemplate(element, Panorama.HeaderTemplateProperty, viewModelType)
  48.                           Return True
  49.                       End If
  50.  
  51.                       Return False
  52.                   End Function)
  53.     End Sub
  54. End Class

MainPageViewModel.vb

  1. Public Class MainPageViewModel
  2.  
  3.    
  4. End Class

A questo punto possiamo seguire i passi descritti nel tutorial per poter configurare la nostra app all’utilizzo di Caliburn.Micro.

Il suggerimento che vi posso dare è quello di ristrutturare le cartelle dell’applicazione creando le cartelle Views e ViewModels in cui inserire le views e i viewmodels (inizialmente MainPage e MainPageViewModel) nel seguente modo:

image

Infine, visto che ci siamo, modifichiamo i namespace delle classi MainPage (namespace CaliburnMicroWP7.Views) e MainPageViewModel (namespace CaliburnMicroWP7.ViewModels).

In allegato al post trovate la soluzione completa con le classi e le modifiche.