Passa ai contenuti principali

Recensione : Kinect in Motion–Audio and Visual Tracking by Example

image
Come molti di voi sanno, da un pò di tempo mi interesso di sviluppo per Kinect e, più in generale, di realizzazione di interfacce NUI ed è per questo che non poteva “sfuggirmi” questo libro di due compatrioti sull’argomento.
Si tratta di un libro molto snello (oserei dire “estivo”) con sole 112 pagine che si legge rapidamente ma che può anche essere usato come reference guide prendendo spunto dagli esempi riportati.
Sono proprio gli esempi a guidare i capitoli del libro, se si eccettua il primo capitolo (in cui si parla dell’hardware Kinect) e la parte dell’ultimo dedicata al Kinect Studio.
Negli altri capitoli vengono prese in esame le funzionalità offerte dal Kinect (camera, depth stream, skeletal tracking e speech recognition) proponendo esempi e ragionando sugli stessi.
Personalmente preferisco partire dalla teoria per arrivare agli esempi, ma mi rendo conto che avere degli esempi “pronti via” sia decisamente più facile per chi si avvicina al device per la prima volta.
In questo caso, per ogni funzionalità del Kinect, vengono suggeriti esempi completi (anche più d’uno per ogni funzionalità) e, prendendo spunto da questi, viene anche generalizzato il concetto per renderlo più chiaro.
Interessante, all’interno del capitolo sullo Skeletal Tracking, il paragrafo sulla realizzazione di un semplice GestureManager basato su un approccio algoritmico: evidentemente si tratta di un esempio che può essere utilizzato solo in determinati ambiti applicativi ma riesce benissimo a dare l’idea dell’approccio da seguire per calare il concetto di Skeletal Tracking all’interno del mondo reale.
I punti deboli del libro sono, a mio personalissimo parere, i seguenti:
  • 112 pagine sono decisamente poche per approfondire l’argomento in maniera opportunaò
  • il libro è basato sulla versione 1.6 del Kinect SDK (attualmente è fuori la 1.7).
Si tratta, in ogni caso, di un libro che chi si avvicina al mondo delle gesture recognition e del Kinect può tranquillamente prendere in esame (anche considerato il prezzo abordabilissimo).
Consiglierei alla casa editrice una versione aggiornata alla ultimissima versione dell’SDK e, magari, un capitolo sui concetti base delle NUI in modo da far ben capire che il Kinect non è un sostituto del mouse.
Un libro molto buono, ben scritto e ricco di esempi. Se non avete da leggere sotto l’ombrellone……Smile

Potete trovare il libro direttamente dal sito Packt al seguente link.

Commenti

Post popolari in questo blog

VB.NET: Convertire un file DOC in RTF e PDF con office interop

In questo post vorrei proporvi del codice per poter convertire un file .doc in un file .rtf oppure .pdf utilizzando le API di interoperabilità di Office.Creeremo una classe, DocConverter, che esporrà le due funzionalità sopra citate.Cominciamo con il prevedere un attributo privato della classe che rappresenterà l’applicazione Word che utilizzeremo per la conversione. Creeremo l’istanza dell’attributo privato all’interno del costruttore della classe:PublicSubNew()
IfNot CreateWordApp() Then
ThrowNew ApplicationException("Assembly di interoperabilità con Office non trovato!")
EndIf
EndSub
Private _wordApp As Word.ApplicationClass
ProtectedFunction CreateWordApp() AsBoolean
Dim retval = True
Try
_wordApp = New Word.ApplicationClass()
_wordApp.Visible = False
Catch ex As System.Exception
_wordApp = Nothing
retval = False
EndTry
Return retval
EndFunction

La conversione del file doc sarà effettuata aprendo il file stesso ed eseguendo un’operazione di SaveAs:

Pr…

Creare uno shortcut con VB.NET

Prendendo spunto da un post comparso sul forum MSDN vorrei proporvi un tip su come creare uno shortcut utilizzando VB.NET.Per poter creare uno shortcut possiamo procedere in due modi: o ci studiamo la struttura del file .lnk e scriviamo una classe che è in grado di ricreare tale struttura oppure utilizziamo Windows Scripting Host.La prima soluzione è percorribile ma laboriosa perchè la struttura di un file lnk non è banale. Chi fosse interessato a vedere come è composto, internamente, un file lnk può scaricare la seguente reference guide (link).Io vorrei proporvi la seconda strada e realizzerò una classe che incapsula l’utilizzo di Windows Scripting Host.L’object model di Windows Scripting Host è contenuto nella dll IWshRuntimeLibrary che può essere referenziata, nel nostro progetto, utilizzando il tab COM della finestra di aggiunta delle reference:Tra gli oggetti che troviamo all’interno della libreria utilizzeremo la classe WshShell e la classe WshShortcut.La prima delle due rappres…

Cambiare la lingua di Visual Studio 2008

Oggi ho avuto qualche problema installando Windows Mobile 6 Professional SDK Refresh e Windows Mobile 6 Standard SDK Refresh.Scaricati i file di installazione e installati, ho provato a creare un progetto di tipo Windows Mobile 6.0 e mi sono beccato questo errore:Dopo qualche smanettamento abbiamo scoperto (e ringrazio il mitico Matteo per l’aiuto) che il mio Visual Studio 2008, pur essendo in Inglese (prova ne era il fatto che gli hotfix e la SP installata erano nella lingua di Albione) aveva come lingua impostata quella del sistema operativo (italiano).Ovviamente, non avrebbe mai potuto trovare la cartella 1040 (italiano) visto che l’installazione dell’SDK aveva supposto che la lingua del Visual Studio fosse Inglese (1033).La soluzione del problema è duplice:1) Duplicate la cartella 1033 presente nel percorso evidenziato dall’errore e la rinominate 10402) cambiate la lingua di Visual Studio.Per questa ultima eventualità basta andare nel menù Strumenti/Opzioni:e cambiare il linguaggi…