Passa ai contenuti principali

Appunti di WPF – Seconda Puntata – L’architettura di WPF

In questo tutorial analizzeremo l’architettura di WPF, cioè quali sono i building blocks costitutivi del framework di Windows Presentation Foundation.

La seguente immagine mostra lo schema architetturale di WPF:

WPF_02_Architettura_Fig1

Analizziamo i singoli componenti che fanno parte del framework:

· PresentationFramework.dll : contiene i tipi WPF di alto livello (windows, pannelli e altri controlli) e i tipi astratti di programmazione dell’interfaccia grafica come, ad esempio, i tipi astratti per la definizione degli stili;

· PresentationCore.dll : contiene i tipi base di WPF come, ad esempio, UIElement e Visual dai quali derivano tutti i controlli;

· WindowsBase.dll : contiene tutte quelle classi che possono, in linea teorica, essere riutilizzate al di fuori dell’ambiente WPF (come, ad esempio, DispatcherObject e DependencyObject);

· Milcore.dll : rappresenta il nucleo del sistema di rendering di WPF e la parte più importante del Media Integration Layer (MIL). E’ questo il componente che si occupa di tradurre i componenti di alto livello (contenuti nel livello delle API Managed) negli oggetti comprensibili dalle API di DirectX. Questo componente è considerato all’interno dello stack architetturale di WPF anche se è parte integrante di Windows Vista;

· WindowsCodecs.dll : contiene le API di basso livello per la gestione delle immagini;

· Direct3D, User32 : sono i componenti del sistema operativo.

Tutto il lavoro grafico di WPF viene, alla fine dei conti, realizzato da Direct3D.

Compresi quali sono i componenti costituenti il framework WPF, diamo un’occhiata a quale è la gerarchia delle classi fondamentali degli oggetti grafici.

La seguente figura illustra la gerarchia fondamentale degli oggetti:

WPF_02_Architettura_Fig2

Vediamo le caratteristiche di ogni classe:

· DispatcherObject : Analogamente a quanto accade per le Windows Forma, anche le applicazioni WPF utilizzano il modello Single-Thread Affinity (STA). Questo significa che i controlli dell’interfaccia utente sono “posseduti” da un solo thread e non è possibile accedere a tali controlli da un altro thread. La gestione di questo modello di threading è demandata ad un oggetto Dispatcher che si occupa di gestire i messaggi di sistema (pressione dei tasti, movimento del mouse, etc., etc.). Gli elementi che derivano da DispatcherObject hanno la capacità di verificare se il codice sta “girando” nel thread corretto o no e di utilizzare il Dispatcher per permette al codice di gestire i controlli nel thread corretto;

· DependencyObject : In WPF le proprietà degli oggetti giocano un ruolo fondamentale perché sono i membri delle classi che possono subire il binding dei dati, interagire con le animazioni nell’interfaccia grafica e molto altro. Tra le funzionalità più importanti abbiamo la possibilità di utilizzare le Dependency Properties (di cui parleremo approfonditamente in un altro tutorial) la cui gestione viene implementata in questa classe;

· Visual : Ogni elemento che compare in una interfaccia grafica WPF è un oggetto che deriva da Visual. La classe Visual rappresenta la classe astratta di una qualsiasi entità disegnabile, incapsula le funzionalità di disegno, ulteriori dettagli su come il disegno deve essere eseguito e altre funzionalità di base. La classe Visual fornisce il punto di giunzione tra la libreria in codice Managed di WPF e le primitive presenti all’interno della libreria milcore.dll;

· UIElement : La classe UIElement fornisce le funzionalità di base per il layout, input, il focus e gli eventi. In questa classe viene gestito lo spostamento del mouse, la pressione dei tasti e così via. In questa classe viene gestito anche il supporto ai comandi;

· FrameworkElement : La classe FrameworkElement implementa effettivamente dei membri che sono definiti in UIElement;

· Shape : E’ la classe base per le figure geometriche;

· Panel : E’ la classe base di tutti i contenitori di oggetti di WPF;

· Control : La classe Control rappresenta un qualsiasi controllo che può interagire con l’utente in termini di eventi del mouse, della tastiera, etc., etc. Questa classe fornisce il supporto ai Template.

· ContentControl : E’ la classe base dei controlli che hanno contenuto composto da un singolo elemento (bottoni, textbox, etc., etc). Questo singolo contenuto può essere un qualsiasi oggetto, anche complesso, realizzato componendo elementi di interfaccia.

· ItemsControl : E’ la classe base di tutti i controlli che contengono una collezione di elementi.


Scarica la versione PDF dell'articolo. Scarica la versione Amazon Kindle dell'articolo.

Commenti

Post popolari in questo blog

MVP Reconnect …… ovvero quando entri nella “famigghia” resti sempre nella “famigghia”!!!

Ma di che “famigghia” stiamo parlando!!!!

Fermi tutti, non si tratta di robe strane o sette segrete o affari malavitosi….stiamo parlando della grande famiglia dei Microsoft MVP.

Per chi non sapesse cosa sono i Microsoft MVP, vi consiglio di fare un giro sul sito ufficiale del programma (link), ma, volendolo spiegare in pochisime parole, si tratta di un riconoscimento che Microsoft da a persone che si distinguono per il loro impegno, aiutando gli altri ad ottenere il massimo grazie alle tecnologie Microsoft. Si tratta di persone, non dipendenti Microsoft, che mettono la loro passione, il loro tempo, la loro buona volontà per la divulgazione e la condivisione della conoscenza. Non necessariamente (come qualcuno erroneamente sostiene, evidentemente non conoscendo le basi del programma) si tratta di professionisti nel termine letterale del termine ma si tratta comunque di un gruppo di persone che sacrifica un pò del suo tempo (e, a volte, vi assicuro neanche pò!!!) per la sua passione.

Pe…

Template di progetto per sviluppare applicazioni WPF con Intel® RealSense™

E’ disponibile, nella gallery di Visual Studio, la prima versione del mio template di progetto per applicazioni WPF scritte in C# che permette di realizzare applicazioni con l’SDK di Intel® RealSense™.Il template si può scaricare direttamente all’interno Visual Studio utilizzando il tool “Extensions and Updates”oppure all’indirizzo https://visualstudiogallery.msdn.microsoft.com/1c36ecfd-8c00-4aee-b20c-a1726ab6424dIl template esegue le seguenti operazioni per voi:Aggiunge la reference all’assembly libpxcclr.cs.dll (nelle due distinte versioni per x86 e x64);Aggiunge lo script di post build per copiare la libreria libpxccpp2c.dll dalla cartella dell’SDK alla cartella bin del vostro progetto.Una volta creato il progetto dovete rimuovere la configurazione di compilazione AnyCPU (che non ha più senso) dalla vostra solution e sarete pronti per sviluppare con Intel® RealSense™.Ovviamente dovete installare l’SDK che potete scaricare all’indirizzo https://software.intel.com/en-us/intel-realsen…

Nuova versione del Band SDK

E’ di ieri l’annuncio del rilascio della nuova versione dell’SDK per il Microsoft Band.
Si tratta della versione 1.3.10417 (la precedente e, prima della serie, era la 1.3.10219 preview).
Maggiori informazioni, download dell’SDK per le tre piattaforme Windows Phone, iOS e Android all’indirizzo http://developer.microsoftband.com/.
Allo stesso indirizzo potrete trovare anche la documentazione.
Nei mesi scorsi mi sono gia’ occupato della precedente versione e questi sono i post che ne parlano:
Microsoft Band SDK Preview - First LookMicrosoft Band SDK Preview - ”Hello Band”Microsoft Band SDK Preview - Accesso ai sensoriMicrosoft Band SDK Preview - TileMicrosoft Band SDK Preview - NotificheMicrosoft Band SDK Preview - Personalizzazione
Gli argomenti trattati e il codice proposto dovrebbe, ad una prima lettura delle nuove funzionalita’ inserite, essere ancora valido e funzionante ma nei prossimi giorni prendero’ in esame tutti gli argomenti dei precedenti post e vedremo cosa cambia e cosa e’ …