Passa ai contenuti principali

Appunti di WPF – Ottava Puntata – Content Controls

Un controllo, in WPF, è un oggetto in grado di ricevere l’input dell’utente e di ricevere il focus dell’applicazione.

I content controls sono particolari controlli che possono contenere un elemento grafico qualsiasi e derivano dalla classe ContentControl secondo la seguente gerarchia:

WPF_08_ContentControls_Fig1

La maggior parte dei controlli più comuni sono, in definitiva, dei content controls: Button, Label, RadioButton, CheckBox sono in grado di contenere un elemento anche complesso.

Esistono poi dei particolari content controls che hanno la capacità di contenere due elementi complessi: uno come intestazione e uno come corpo. Appartengono a questa categoria i GroupBox, TabItem e gli Expander.

La proprietà Content dei content controls può ospitare un solo oggetto ma se utilizziamo come tale un container, ecco che possiamo inserire una qualsiasi combinazione di oggetti grafici.

In realtà, il comportamento grafico di un content control cambia in base al tipo di oggetto che contiene:

· Oggetto che deriva da UIElement: in questo caso, il framework richiama il metodo OnRender() dell’oggetto contenuto;

· Oggetto che non deriva da UIElement: in questo caso il framework richiama il metodo ToString() per renderizzare l’oggetto (un pò come accade nelle windows forms).

Cominciamo con il vedere un esempio di come utilizzare la proprietà content di un content control. Ad esempio, il seguente XAML:

  1. <Button Width="150" Height="200" Name="btnCustom">
  2.     <Button.Content>
  3.         <StackPanel>
  4.             <TextBlock HorizontalAlignment="Center">Testo sopra l'immagine</TextBlock>
  5.             <Image Source="images\EMOTICON SMILE.png" Margin="2"></Image>
  6.             <TextBox Margin="2" Name="innerTextBox"></TextBox>
  7.         </StackPanel>
  8.     </Button.Content>
  9. </Button>

genera il seguente bottone:

WPF_08_ContentControls_Fig2

Il contenuto del bottone (la proprietà Content) è costituito da un controllo TextBlock, un Image e un TextBox tutti contenuti in uno StackPanel.

E’ evidente, quindi che l’unico limite è la nostra fantasia.

Per sapere se un content controls ha un contenuto o meno possiamo utilizzare la proprietà HasContent che assume il valore true se il bottone contiene qualcosa (sia esso un oggetto complesso complessa che un oggetto semplice).

Un’altra proprietà fondamentale dei content controls è la Template. La proprietà Template consente di ridefinire il modo con cui un controllo WPF viene disegnato.

Ad esempio prendiamo il seguente XAML:

  1. <Button Margin="2" Height="80" Width="80" Name="btnTemplate">
  2.     <Button.Template>
  3.         <ControlTemplate>
  4.             <Border BorderThickness="2" BorderBrush="red" CornerRadius="5" Margin="10">
  5.                 <StackPanel VerticalAlignment="Center" >
  6.                     <Image Source="images\EMOTICON SMILE.png" Margin="2" Height="50"></Image>
  7.                 </StackPanel>
  8.             </Border>
  9.         </ControlTemplate>
  10.     </Button.Template>
  11. </Button>

Il controllo che ne viene fuori è il seguente:

WPF_08_ContentControls_Fig3

Quest’ultimo non sembra per nulla un bottone, eppure mantiene le sue peculiarità tra le quali l’evento click pur apparendo in modo nettamente differente dal solito.

La proprietà Template è fondamentale per poter ridefinire il layout dei nostri controlli in modo da dare una nuova veste alle nostre interfacce.

Un insieme di controlli interessanti sono gli headered controls, ovvero quei controlli che possono visualizzare due “oggetti” distinti: uno per l’intestazione e uno per il contenuto vero e proprio.

Ad esempio, il seguente XAML mostra come utilizzare un GroupBox personalizzando l’intestazione ed il contenuto:

  1. <GroupBox>
  2.     <GroupBox.Header>
  3.         <StackPanel Orientation="Horizontal" Margin="2" VerticalAlignment="Center">
  4.             <Image Source="images/Folder.png" Height="20" Margin="2"></Image>
  5.             <TextBlock VerticalAlignment="Center">Intestazione</TextBlock>
  6.         </StackPanel>
  7.     </GroupBox.Header>
  8.     <GroupBox.Content>
  9.         <StackPanel VerticalAlignment="Center" >
  10.             <Image Source="images\EMOTICON SMILE.png" Margin="2" Height="50"></Image>
  11.             <TextBlock FontSize="16" HorizontalAlignment="Center">Contenuto</TextBlock>
  12.         </StackPanel>
  13.     </GroupBox.Content>
  14. </GroupBox>

Il risultato è il seguente :

WPF_08_ContentControls_Fig4

Altri controlli Headered sono il TabItem (ovvero la singola pagina di un TabControl) e l’Expander.

Quest’ultimo consente di aprire a comando un pannello con del contenuto:

  1. <Expander>
  2.     <Expander.Header>
  3.         <Border BorderBrush="Blue" BorderThickness="1" CornerRadius="2">
  4.             <TextBlock Margin="2">Intestazione</TextBlock>
  5.         </Border>
  6.     </Expander.Header>
  7.     <Expander.Content>
  8.         <Border BorderBrush="Blue" BorderThickness="1" CornerRadius="2">
  9.             <Border.Background>
  10.                 <RadialGradientBrush>
  11.                     <GradientStop Color="gray" Offset="0.25"></GradientStop>
  12.                     <GradientStop Color="LightGray" Offset="1"></GradientStop>
  13.                 </RadialGradientBrush>
  14.             </Border.Background>
  15.             <TextBlock TextWrapping="Wrap" Margin="5">
  16.             Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
  17.             Duis vel lacinia metus. .......
  18.             </TextBlock>
  19.         </Border>
  20.     </Expander.Content>
  21. </Expander>

WPF_08_ContentControls_Fig5WPF_08_ContentControls_Fig6













Scarica la versione PDF dell'articolo. Scarica la versione Amazon Kindle dell'articolo.
 

Commenti

Post popolari in questo blog

MVP Reconnect …… ovvero quando entri nella “famigghia” resti sempre nella “famigghia”!!!

Ma di che “famigghia” stiamo parlando!!!!

Fermi tutti, non si tratta di robe strane o sette segrete o affari malavitosi….stiamo parlando della grande famiglia dei Microsoft MVP.

Per chi non sapesse cosa sono i Microsoft MVP, vi consiglio di fare un giro sul sito ufficiale del programma (link), ma, volendolo spiegare in pochisime parole, si tratta di un riconoscimento che Microsoft da a persone che si distinguono per il loro impegno, aiutando gli altri ad ottenere il massimo grazie alle tecnologie Microsoft. Si tratta di persone, non dipendenti Microsoft, che mettono la loro passione, il loro tempo, la loro buona volontà per la divulgazione e la condivisione della conoscenza. Non necessariamente (come qualcuno erroneamente sostiene, evidentemente non conoscendo le basi del programma) si tratta di professionisti nel termine letterale del termine ma si tratta comunque di un gruppo di persone che sacrifica un pò del suo tempo (e, a volte, vi assicuro neanche pò!!!) per la sua passione.

Pe…

Nuova versione del Band SDK

E’ di ieri l’annuncio del rilascio della nuova versione dell’SDK per il Microsoft Band.
Si tratta della versione 1.3.10417 (la precedente e, prima della serie, era la 1.3.10219 preview).
Maggiori informazioni, download dell’SDK per le tre piattaforme Windows Phone, iOS e Android all’indirizzo http://developer.microsoftband.com/.
Allo stesso indirizzo potrete trovare anche la documentazione.
Nei mesi scorsi mi sono gia’ occupato della precedente versione e questi sono i post che ne parlano:
Microsoft Band SDK Preview - First LookMicrosoft Band SDK Preview - ”Hello Band”Microsoft Band SDK Preview - Accesso ai sensoriMicrosoft Band SDK Preview - TileMicrosoft Band SDK Preview - NotificheMicrosoft Band SDK Preview - Personalizzazione
Gli argomenti trattati e il codice proposto dovrebbe, ad una prima lettura delle nuove funzionalita’ inserite, essere ancora valido e funzionante ma nei prossimi giorni prendero’ in esame tutti gli argomenti dei precedenti post e vedremo cosa cambia e cosa e’ …

Template di progetto per sviluppare applicazioni WPF con Intel® RealSense™

E’ disponibile, nella gallery di Visual Studio, la prima versione del mio template di progetto per applicazioni WPF scritte in C# che permette di realizzare applicazioni con l’SDK di Intel® RealSense™.Il template si può scaricare direttamente all’interno Visual Studio utilizzando il tool “Extensions and Updates”oppure all’indirizzo https://visualstudiogallery.msdn.microsoft.com/1c36ecfd-8c00-4aee-b20c-a1726ab6424dIl template esegue le seguenti operazioni per voi:Aggiunge la reference all’assembly libpxcclr.cs.dll (nelle due distinte versioni per x86 e x64);Aggiunge lo script di post build per copiare la libreria libpxccpp2c.dll dalla cartella dell’SDK alla cartella bin del vostro progetto.Una volta creato il progetto dovete rimuovere la configurazione di compilazione AnyCPU (che non ha più senso) dalla vostra solution e sarete pronti per sviluppare con Intel® RealSense™.Ovviamente dovete installare l’SDK che potete scaricare all’indirizzo https://software.intel.com/en-us/intel-realsen…