Passa ai contenuti principali

Recensione : Windows® Phone 7 Developer Guide

Windows Phone 7 - Developers Guide - Patterns & Practices- Titolo: Windows® Phone 7 Developer Guide
-
Autori: Sharp, John
-
Editore: Microsoft Press
-
Data di pubblicazione: 07/12/2010
-
Pagine: 736
-
ISBN13: 9780735645561
-
ISBN10: 9780735645561
-
Lingua: Inglese

 

L’arrivo di Windows Phone 7 ha dato nuova linfa allo sviluppo di applicazioni mobile nell’ambito del framework .NET e il supporto didattico (libri, materiale video, post su blog, etc., etc.) sono andati di pari passo.

Il rischio che si corre nella scrittura di un libro su questo argomento è quello di realizzare una “collezione” di materiale già esistente e recuperabile nel vasto mondo della rete.

Quello che colpisce, invece, di questo libro è che “ci mette del suo” cioè, oltre a trattare argomenti “classici” per lo sviluppo Windows Phone 7 che si trovano in tutti i testi o i post sulla rete, va a toccare argomenti poco considerati come l’utilizzo del MVVM nelle applicazioni WP7 (sia in termini generici che facendo riferimento a Prism), la gestione dei dati on the cloud o la gestione delle interazioni asincrone (utilizzando Reactive Extensions).

Il lato negativo del libro è, invece, che gli argomenti sono trattati in maniera superficiale e senza entrare in dettaglio. Questo può essere visto come un fatto negativo perchè ci costringe ad utilizzare altre fonti per esplodere l’argomento ma anche in termini positivi perchè fa si che il libro si mantenga snello e fluido.

Da segnalare un’intera appendice riguardante le “capability” dei device WP7 come touch and gesture, contatti e messaggi, etc., etc.; un’appendice su Prism (secondo me mirata a chi già conosce il framework MVVM di casa Microsoft) e una su Sync Framework ed il suo utilizzo con WP7 (poteva forse essere espansa per fornire maggiori info, ma sono presenti, almeno, i links alle risorse da consultare).

Per quanto riguarda gli argomenti trattati, mi ha colpito la presenza di un paragrafo in cui si parla del design delle applicazioni. E’, a mio modo di vedere, fondamentale capire come deve essere strutturata un’interfaccia WP7 in quanto il successo di un’applicazione per un display con poco spazio e con l’interfaccia in stile Metro dipende fortemente da come i controlli e l’accesso alle funzionalità sono presentate.

In definitiva un libro discretamente scritto ma che non riscotrerà i favori di chi cerca dettagli specifici su particolari argomenti. Se state cercando di approfondire degli argomenti specifici non è il vostro libro, mentre se state cercando un libro snello che vi dia gli spunti per, poi, approfondire con altre risorse ciò che avete letto, allora il testo è adattissimo allo scopo.

 

Commenti

Post popolari in questo blog

VB.NET: Convertire un file DOC in RTF e PDF con office interop

In questo post vorrei proporvi del codice per poter convertire un file .doc in un file .rtf oppure .pdf utilizzando le API di interoperabilità di Office.Creeremo una classe, DocConverter, che esporrà le due funzionalità sopra citate.Cominciamo con il prevedere un attributo privato della classe che rappresenterà l’applicazione Word che utilizzeremo per la conversione. Creeremo l’istanza dell’attributo privato all’interno del costruttore della classe:PublicSubNew()
IfNot CreateWordApp() Then
ThrowNew ApplicationException("Assembly di interoperabilità con Office non trovato!")
EndIf
EndSub
Private _wordApp As Word.ApplicationClass
ProtectedFunction CreateWordApp() AsBoolean
Dim retval = True
Try
_wordApp = New Word.ApplicationClass()
_wordApp.Visible = False
Catch ex As System.Exception
_wordApp = Nothing
retval = False
EndTry
Return retval
EndFunction

La conversione del file doc sarà effettuata aprendo il file stesso ed eseguendo un’operazione di SaveAs:

Pr…

VB.NET for Dummies: Gli Eventi

Vorrei iniziare con questo post una serie dedicata ad aspetti di VB.NET di base che possono essere utile a coloro che si avvicinano al mondo .NET e che, in genere, non vengono trattati a livello base.La serie di post non ha la pretesa di essere assolutamente esaustivi sugli argomenti che tratteròIn questo primo post parleremo degli eventi.Cosa sono e a cosa servonoUn evento è la “notifica” dell’accadimento di qualcosa.Quando, ad esempio, premiamo un bottone della finestra di un’applicazione, dietro le quinte, il bottone stesso “notifica” al mondo circostante che qualcuno, in quell’istante, lo ha premuto.Sta, poi, al mondo circostante preoccuparsi di “intercettare” l’evento stesso per gestirlo (tramite un gestore di evento).Attenzione a non confondere la pressione del tasto con la “notifica” della pressione del tasto: l’evento è la “notifica” dell’accadimento, non l’accadimento stesso.Ma a cosa serve tutto ciò?Utilizzare gli eventi è un modo per disaccoppiare due o più attori del nostr…

Creare uno shortcut con VB.NET

Prendendo spunto da un post comparso sul forum MSDN vorrei proporvi un tip su come creare uno shortcut utilizzando VB.NET.Per poter creare uno shortcut possiamo procedere in due modi: o ci studiamo la struttura del file .lnk e scriviamo una classe che è in grado di ricreare tale struttura oppure utilizziamo Windows Scripting Host.La prima soluzione è percorribile ma laboriosa perchè la struttura di un file lnk non è banale. Chi fosse interessato a vedere come è composto, internamente, un file lnk può scaricare la seguente reference guide (link).Io vorrei proporvi la seconda strada e realizzerò una classe che incapsula l’utilizzo di Windows Scripting Host.L’object model di Windows Scripting Host è contenuto nella dll IWshRuntimeLibrary che può essere referenziata, nel nostro progetto, utilizzando il tab COM della finestra di aggiunta delle reference:Tra gli oggetti che troviamo all’interno della libreria utilizzeremo la classe WshShell e la classe WshShortcut.La prima delle due rappres…