venerdì 29 gennaio 2010

Briciole di WPF: Ma quanti colori vuoi?!?!?

Questa briciola è dedicata alla structure Color presente nel namespace System.Windows.Media.

Di fatto si tratta della nuova struttura di colore introdotta da WPF che viene utilizzata dal presentation framework al posto della vecchia Color del namespace System.Drawing.

Ci sono due grandi differenze “esteriori” tra le due strutture.

La prima differenza è che la vecchia struttura può rappresentare 16.777.216 di colori essendo le sue componenti RGB rappresentate da 1 Byte ciascuno (256 possibili valori). Ogni terna di valori RGB ha, inoltre, 256 possibili valori di trasparenza.

La nuova struttura, invece, ha anche la possibilità di esprimere le componenti RGB (e Alfa) con dei valori di tipo Single (solo positivi o nulli) e, quindi, in linea teorica con un range di colori molto più ampio. La nuova struttura nasce con lo scopo di supportare lo standard scRGB (wiki docet).

La struttura Color di WPF mette ancora a disposizione dello sviluppatore le proprietà (A, R, G, B) che riportano il singolo canale espresso con un byte, ma forniscono anche delle proprietà (ScA, ScR, ScG, ScB) che esprimono le componenti del colore con dei valori di tipo Single.

I due insiemi di proprietà sono tra loro sincronizzati nel senso che se impostiamo uno dei canali “vecchi” otteniamo che il corrispondente canale “nuovo” ha il proprio valore aggiornato (con un valore tra 0 e 1. La conversione in questo verso avviene con una funzione di normalizzazione che possiamo ricavare utilizzando Reflector:

  1. Private Shared Function sRgbToScRgb(ByVal bval As Byte) As Single
  2.     Dim num As Single = (CSng(bval) / 255.0!)
  3.     If (num <= 0) Then
  4.         Return 0.0!
  5.     End If
  6.     If (num <= 0.04045) Then
  7.         Return (num / 12.92!)
  8.     End If
  9.     If (num < 1.0!) Then
  10.         Return CSng(Math.Pow(((num + 0.055) / 1.055), 2.4))
  11.     End If
  12.     Return 1.0!
  13. End Function

dove bval è il valore del canale “vecchio” e il ritorno della funzione è il valore del canale “nuovo”.

Quando impostiamo, invece, una delle proprietà dei nuovi canali, anche le corrispettive proprietà dei vecchi canali vengono aggiornate. Stavolta la funzione utilizzata per l’aggiornamento è la seguente:

  1. Private Shared Function ScRgbTosRgb(ByVal val As Single) As Byte
  2.     If (val <= 0) Then
  3.         Return 0
  4.     End If
  5.     If (val <= 0.0031308) Then
  6.         Return CByte((((255.0! * val) * 12.92!) + 0.5!))
  7.     End If
  8.     If (val < 1) Then
  9.         Return CByte(((255.0! * ((1.055! * CSng(Math.Pow(CDbl(val), 0.41666666666666669))) - 0.055!)) + 0.5!))
  10.     End If
  11.     Return 255
  12. End Function

In questo caso val è il valore del “nuovo” canale, mentre il ritorno della funzione è il valore del “vecchio” canale.

Altra differenza tra la nuova Color e la vecchia è che nella prima sono state rimosse le proprietà statiche che definivano i cosiddetti “colori noti” (ad esempio Color.Red). E’ stata, in questo senso, creata una nuova classe (interamente costituita da proprietà statiche ) Colors che contiene queste definizioni.

Se apriamo con Reflector la nuova structure Color osserviamo che anche il modo con cui internamente sono memorizzati i canali è cambiato.

Nella Color del namespace Drawing i canali sono memorizzati in un unico oggetto di tipo In64, mentre nella nuova structure abbiamo due strutture private ognuna delle quali ha 4 attributi (single o byte) che identificano i canali.

Nessun commento: